Imbarcazioni velocissime, che raggiungono il 250 Km/h: l’adrenalina corre sulle acque, motori potenti, tecnologie avanguardistiche, motoscafi dalle linee sofisticate,  assicurano spettacolo ed emozione. E’ questa la Formula 1 del Mare, ovvero il Campionato del mondo di Motonautica, che ogni anno alimenta la sfida tra gli appassionati di  motonautica.

Ibiza Spain 4-7 September 20142014 UIM Class1 & V1 World Powerboat ChampionshipMediterranean Grand PrixPhoto:SimonPalfrader

Patrocinato dall’Unione Internazionale di Motonautica (UIM) nel campionato di F1H2O si utilizzano catamarani che, oltre a permettere di raggiungere un’alta velocità, hanno una manovrabilità eccezionale. Le imbarcazioni pesano 390 kg, calcolando anche il peso del motore che da solo raggiunge 118 kg; riescono a mantenere un peso così basso grazie all’utilizzo di materiali come la fibra di carbonio e il kevlar.  Sono lunghe sei metri, larghe due e utilizzano un motore Mercury Marine V6 due tempi, 425 CV. Questo motore permette alle F1 della motonautica di raggiungere i 100 km/h in meno di quattro secondi e di arrivare ad una velocità massima di oltre 240 km/h.

A Dubai (UAE), si è conclusa sabato 16 aprile la 2^ tappa del Mondiale Offshore X-CAT 2016.
Sui 14 equipaggi partecipanti, è arrivato il secondo successo stagionale per Arif Al Zaffain e Nadir Bin Hendi, l’equipaggio arabo del Victory Team, leader di classifica provvisoria; secondo posto del podio per i connazionali di Abu Dhabi 5, Rashid Al Tayer e Faleh Al Mansoori; 3°classificati gli svedesi Mikael Bengtsson ed Erik Stark su Swecat Racing.

italiani
Quinto posto per il miglior team italiano, quello di Alfredo Amato e Diego Testa su Carpisa Yamamay.
Maggiore soddisfazione per i colori azzurri nella gara ad eliminazione diretta Speed Cat Run, (vinta sempre da Al Zaffain e Bin Hendi) con il 3° posto di Luca Formilli Fendi e Giovanni Carpitella su T-Bones Station.
La prossima tappa del Mondiale X-CAT sarà a Lugano, in Svizzera, dal 5 al 6 giugno. Prenota il tuo posto barca.