Questa settimana vi invitiamo a conoscere la Sardegna sud-orientale, una delle aree più selvagge dell’isola, il suo territorio, il suo mare e la sua splendida marina: Porto Corallo Villaputzu


Villaputzu e la sua costa



La particolarità di quest’area della Sardegna, chiamata Sarrabus, risiede indubbiamente nel suo carattere estremamente selvaggio, lontano dal turismo di massa, che le ha permesso di preservare tutte le sue peculiarità paesaggistiche, naturalistiche e storiche.

Non molto distante dalle località di Cagliari e Villasimius, sta diventando anno dopo anno una delle mete preferite dai turisti soprattutto nel periodo estivo.

Il territorio di Villaputzu si caratterizza per la presenza di numerose spiagge ed estesi promontori rocciosi, un entroterra montuoso e impervio e una zona costiera ricca di piccole ma suggestive insenature.

La Spiaggia di Quirra o Cala S’Acqua Durci o Cala di Murtas ad esempio con i suoi 6 Km di arenile è immersa in un paesaggio dall’enorme valenza ambientale. Specchi palustri, con una fauna e una flora molto caratteristiche e al largo della costa, il piccolo Isolotto di Quirra. Nelle vicinanze, è possibile ammirare anche i ruderi del famoso Castello di Quirra, testimonianza dell’importanza storica e archeologica del sito.



Proseguendo si incontrano la Spiaggia Foce del Flumendosa situata tra i comuni di Villaputzu e Muravera e quella di Porto Tramatzu, entrambe caratterizzate da sabbie bianche ed acque cristalline. A Porto Tramatzu in particolare potrete trovare numerosi servizi quali bar, ristoranti, locali notturni, e noleggio imbarcazioni per escursioni nelle numerose e suggestive calette della costa.

La Spiaggia di Porto Corallo infine, è meta turistica già nota grazie all’area residenziale nella quale e inserita e al suo attrezzato e moderno porticciolo (Porto Corallo). La sua caratteristica distintiva è la torretta di avvistamento di origine spagnola posta a guardia del porto, una delle tante testimonianze della presenza aragonese sull’isola.



Ma l’ambiente costiero, non è l’unica risorsa di questo affascinante territorio. Se deciderete di addentrarvi nell’entroterra scoprirete uno splendido paesaggio montuoso ben noto per le sue ricchezze minerarie e storiche.

Nel 1997 l’UNESCO ha decretato la nascita della ‘Rete Mondiale dei GEOSITI-GEOPARCHI’, creata al fine di valorizzare, le aree minerarie e le loro inestimabili risorse.

La Sardegna è stimata, a livello internazionale, per la ricchezza e l’eterogeneità della sua geologia, dei siti e dei giacimenti minerari disseminati sul suo territorio. Nel 2001 è stato così istituito il Parco Geominerario della Sardegna, creato con l’obiettivo di valorizzare e recupare un retaggio storico e paesaggistico di immenso valore.



L’area del Sarrabus-Gerrei, dopo quella del Sulcis-Iglesiente, è per estensione la più rappresentativa del Parco, con 575 chilometri quadrati. Fin dal Periodo Punico, nelle sue miniere si estraevano: piombo, zinco, stagno, ferro e argento.


La marina



Marina di Villaputzu Srl nasce con l’obiettivo di gestire il porticciolo turistico di Porto Corallo garantendo ai clienti professionalità, servizi e sicurezza all’ormeggio.

Il porticciolo turistico si trova nella splendida costa Sud – Orientale della Sardegna, nel tratto di costa compreso tra Capo San Lorenzo e Capo Ferrato, a circa 31 miglia a Sud di Arbatax, circondato da bellissime e incontaminate spiagge e calette. Il porto è inoltre situato a circa 800 metri dall’area residenziale e turistica di Porto Corallo e a 4 km dal centro urbano del Comune di Villaputzu.
La società ha al suo interno uno staff di professionisti del settore e si avvale di un gruppo di collaboratori esterni che curano gli aspetti di project management, commerciale, marketing, comunicazione e sicurezza.



Il porticciolo conta circa 400 posti barca fino a 30 metri di lunghezza con ampi spazi che consentono le manovre in massima sicurezza. Il fondale di sabbia e fango ha una profondità in banchina massima di 4 metri.

La struttura è aperta tutto l’anno 24 ore su 24 e la presenza di ormeggiatori e di un servizio informazioni garantisce ai clienti un’accoglienza professionale da parte di uno staff preparato e disponibile, pronto a soddisfare le esigenze di tutti gli utenti.

In marina è inoltre presente un servizio di cantieristica che è in grado di offrire tutti i principali servizi di manutenzione ordinaria per imbarcazioni sia a vela che a motore.



 

Servizi:

  • Stazione rifornimento carburante.
  • Energia elettrica (220 – 380).
  • Acqua e illuminazione in banchina.
  • Scivolo – Scalo di alaggio.
  • Travel lift fino a 50 ton.
  • Rimessaggio all’aperto.
  • Riparazioni motori, elettriche ed elettroniche.
  • Riparazione e manutenzione scafi.
  • Sommozzatori Antincendio
  • Meteo
  • Ritiro rifiuti
  • Parcheggio auto
  • Servizi igienici e doccie
  • Vigilanza 24h
  • Pagamenti POS
  • Noleggio biciclette.
  • Noleggio Auto con conducente.

CallToActionBlog_marina


Sardegna d’Amare, dove ogni viaggio è un’avventura

Un itinerario di assoluta bellezza, in barca da Olbia a Cagliari

Cagliari, lo scrigno della cultura sarda