Siete pronti a programmare la vostra primavera e la vostra estate all’insegna del mare e della natura? Questa settimana Marinanow vi invita a scoprire Santa Margherita di Pula in Sardegna e il suo porto turistico: Calaverde.


Santa Margherita di Pula



Incantevole centro turistico della Sardegna meridionale, Pula è nota soprattutto per la sua costa e le sue spiagge, ma è meta particolarmente amata poichè offre una gamma di possibilità e di esperienze estremamente variegata.

Se durante la stagione autunnale e primaverile Pula si dimostra un centro tranquillo e pacifico, in estate prende letteralmente vita, assediata da turisti provenienti da ogni parte del mondo. Ristoranti, locali notturni, bar, taverne, pizzerie, botteghe e negozietti sono solo alcune delle attrazioni che potranno capitarti sott’occhio se scegli di vistare questa cittadina.



Non mancano naturalmente anche i percorsi artistici e culturali che spesso si snodano attraverso gustosi itinerari enogastronomici: la fertile vallata del Sulcis Iglesiente infatti, consente agli agricoltori di Pula la produzione di un ottimo vino, ma anche di deliziosi pomodori del tipo camone, fichi, uva, albicocche, prugne e succose pesche.



A pancia piena ci si diverte meglio e a Pula non mancano nemmeno le occasioni: i più giovani potranno trascorrere lunghe serate ospiti delle tante discoteche e dei numerosi locali notturni, gli amanti del mare stendersi in favolose spiagge e gli appassionati di troveranno una costa ricchissima di pesce e con suggestivi fondali marini.


Santa Margherita di Pula: itinerari culturali


Se scegli di trascorrere la tue vacanze ospite del porticciolo di Calaverde, le escursioni in barca alla scoperta della costa non sono l’unica delizia che potrai concederti, visto che Santa Margherita di Pula è un vero e proprio gioiellino da scoprire, ricco di storia, arte e cultura.



Uno dei siti che ti consigliamo è quello di Villa Santa Maria: è stata costruita nel 1838 ed è ancora oggi uno degli edifici più belli e ricchi della cittadina.

Nora, poco fuori dal centro abitato, è una vera e propria sorpresa: somiglia molto da vicino ad un paradiso marino. La città, fenicia di origine, romana in seguito, sorge adagiata sul mare e ancora si possono nettamente distinguere i perimetri dell’abitato, le terme e il suo fascinoso anfiteatro al profumo di salsedine.



Risalente al II secolo d.C. è forse la struttura meglio conservata per quanto mantengano inalterato il proprio fascino anche il tempio romano, l’alto luogo di Tanit, e il fascinoso tempio di Eshmun-Esculapio. Di questa area archeologica, estesa per alcuni chilomentri, la gran parte non è ancora stata scavata e una grossa porzione giace sotto le acque del mare.

Se hai raggiunto la bella Nora non abbandonare la località prima di aver visitato una delle più antiche e caratteristiche chiese della Sardegna, quella intitolata a Sant’Efisio, amatissimo sull’isola.



Da non perdere anche la Torre di Coltellazzo costruita nel 1595 e se l’archeologia nuragica ti stuzzica, devi far tappa al nuraghe Domu’e S’Orcu.

Chiudiamo questo tour virtuale ricordandoti che sulla strada di rientro per Cagliari potresti fare tappa alla Villa d’Orri, un tempo sfarzosa residenza Savoia.


La Marina



Poco distante da Pula, il porto turistico di Calaverde nasce nell’estremo sud Sardegna.

E’ molto facile da raggiungere sia in barca che in auto, (dista 30 km da Cagliari), e si presenta come un porticciolo bello e funzionale nel quale attraccare ed intorno al quale vivere il mare in tutte le sue declinazioni: pesca, balneazione, escursioni in barca e immersioni subacquee, e molto altro.



Sono soprattutto le immersioni ad attrarre i visitatori: organizzate per esperti o per sub alle prime armi, all’interno del porto turistico ha sede un diving center che mette a disposizione non solo i propri gommoni, le proprie attrezzature e le proprie stazioni di ricarica ma anche le competenze per il rilascio di brevetti internazionali.



Montagne e praterie sottomarine sono abitate da agili saraghi e sinuose corvine, imponenti cernie e scivolose murene. C’è n’è per tutti i gusti e una volta scoperto il fantastico mondo sottomarino di Calaverde, farne a meno è davvero impossibile.


 I servizi


Il Porto di Calaverde è meta ideale per tutte quelle imbarcazioni di medie dimensioni che desiderano visitare la costa sud della Sardegna.

In grado d’ormeggiare barche con una lunghezza massima di 12 metri e con pescaggio di 2, il porto offre a tutti i diportisti ospiti una serie di servizi di base fra cui acqua, corrente elettrica e contenitori per rifiuti ordinari e straordinari.



All’interno del porto è inoltre presente un distributore di carburante nel quale rifornirsi dalle 7,00 fino alle 19,00.
E’ disponibile il servizio di gru sia per l’alaggio che per il varo delle barche fino a 6 tn.
Non manca lo scivolo, per un comodo accesso al mare per tutti gli utenti che hanno la possibilità di uscite sporadiche e preferiscono non lasciare ormeggiata la propria barca tutto l’anno.
Per qualsiasi necessità inoltre, il porto mette a disposizione tecnici e meccanici capaci di risolvere le situazioni più fastidiose e per il periodo estivo chi lo desidera potrà noleggiare attrezzature per le immersioni subacquee.
Nelle vicinanze del porto troverete inoltre un ristorante, un residence, un hotel e un comodo supermercato per acquisti rapidi.

Lista dei servizi:

  • acqua potabile;
  • banca;
  • bar ristorante;
  • cantiere navale;
  • capitaneria;
  • centro informazioni metereologiche;
  • corrente elettrica del tipo 220V;
  • farmacia;
  • gru con carico massimo di 6 Tn;
  • raccolta rifiuti;
  • raccolta sentina;
  • noleggio di veicoli;
  • servizio antincendio;
  • scivolo;
  • sorveglianza;
  • spogliatoi;
  • supermercato

 CallToActionBlog_marina