Oggi 5 settembre, si è conclusa la seconda giornata della Maxi Yacht Cup e Rolex Maxi 72 World Championship, la prestigiosa regata organizzata ogni anno dallo Yacht Club Costa Smeralda a Porto Cervo che terminerà il 9 settembre.

Cinquanta le barche in gara in questa 28a edizione, raggruppate in varie categorie sulla base delle loro specifiche tecniche, dimensioni e prestazioni ma tutte dai 60 piedi in su.


Photo by Marcello Chiodino


Una gara mozzafiato che ha visto uno scontro tra veri e propri titani del mare, frutto delle più avanzate tecnologie veliche e con a bordo equipaggi di fama internazionale. Dalle classi Maxi e Mini Maxi, alla numerosa classe Wally fino alla Maxi 72 Class, racer puri che rispondono a precise regole di stazza e che competono per il Rolex Maxi 72 World Championship.

Nel primo turno, svoltosi ieri 4 settembre, gli yacht più grandi hanno circumnavigato in senso orario l’Isola di Spargi partendo da Porto Cervo e attraversando sia all’andata che al ritorno il Passo delle Bisce per un totale di circa 30 miglia nautiche. I Mini Maxi Racer Cruiser delle classi 1 e 2 hanno invece compiuto un percorso accorciato di 8 miglia fino ad una boa da doppiare sotto l’isola di Spargi.

La giornata di oggi prevedeva una regata costiera con l’esclusione delle classi Maxi 72 e Wally impegnate nelle prove a bastone tra le boe.



Le classifiche della seconda giornata



Ecco qua le classifiche di questo secondo turno che vede alcuni cambiamenti rispetto al primo round svoltosi nella giornata di ieri, 4 settembre.

Al comando della classe Super Maxi troviamo Ribelle, il 33 metri disegnato dal britannico McKeon per un socio YCCS, timonato da Francesco De Angelis, ben conosciuto dal grande pubblico per essere stato lo skipper di Luna Rossa e aver vinto la Louis Vuitton Cup ad Auckland. Perde invece due posizioni Nilaya passando dal primo gradino del podio al terzo, davanti a lei Inoui.


Photo by Marcello Chiodino


Anche nella classe Maxi vediamo un nuovo primo posto conquistato da Rambler 88, il racer di 88 piedi fresco vincitore del Line Hounours alla Rolex Fastnet Race, la durissima regata d’altura che si svolge ogni due anni tra l’Inghilterra e l’Irlanda che fa scivolare al secondo posto Highland Fling XI seguito da Sorceress.

Jethou si riconferma invece campione tra i Mini Maxi R lasciandosi alle spalle Spectre al secondo posto e Lucky che perde una posizione.

La classe Mini Maxi RC1 ha visto invece primeggiare Wallyno su Supernikka che conserva il suo secondo posto mentre vediamo l’ingresso sul podio di Whope al terzo posto. Tra i Mini Maxi RC2 si è invece imposto H2O seguito da Shirlaf e Lunz Am Meer.



I risultati della prima giornata



Per la Maxi 72 Class ha conquistato il primo posto Bella Mente, il 72 piedi disegnato dalla Judel/Vrolijk Yacht Design e costruito dalla New England Boatworks con un equipaggio composto da esperti velisti provenienti dagli Stati Uniti, dall’Europa e dalla Nuova Zelanda. Il secondo e terzo posto è stato invece conquistato rispettivamente da Proteus e Momo.

Mentre nella classe Wally incontriamo Magic Blue seguita da Lyra e Nahita, rispettivamente secondo e terzo posto.


Photo by Marcello Chiodino


La Maxi Yacht Rolex Cup e Rolex Maxi 72 World Championship si concluderà sabato 9 settembre e lascerà il posto alla YCCS 50th Anniversary Regatta alla quale prenderanno parte molti degli yacht presenti in queste giornate alla Maxi Rolex.

Questo importante evento sarà aperto a tutte le barche sopra i 20 piedi in possesso di un certificato di stazza e tra queste vi sarà anche l’Open 50 di Andrea Mura, vincitore per la seconda volta della durissima Ostar, con a bordo anche il commodoro dello YCCS.

Non perdetevi questo settembre all’insegna della vela e dell’eleganza in una delle location più esclusive del Mediterraneo. Restate connessi con noi!

Photo by Marcello Chiodino



Per tutti gli aggiornamenti in tempo reale:

http://www.yccs.it/regate-2017/press/maxi_yacht_rolex_cup__rolex_maxi_72_world_championship-248.html

http://www.yccsfiles.com/results/myrc17/myrc17.htm