Siete in cerca di idee per le prossime vacanze? Perché non esplorare le Isole Eolie in barca? Sono la meta ideale per chi ama la natura incontaminata, il mare cristallino e il relax. Ecco le tappe che non potete perdervi.

Come non lasciarsi rapire dal fascino delle “sette perle del Mediterraneo”? Le Isole Eolie si trovano al largo della costa nord orientale della Sicilia e offrono spettacoli di rara bellezza. Le sette isole sono anche conosciute come le sette sorelle, perché tutte di origine vulcanica, eppure così diverse l’una dall’altra nei paesaggi e nel carattere.

Se volete delle vacanze all’insegna del relax e della spensieratezza, non c’è niente di meglio che esplorare le Isole Eolie in barca. Siete pronti a puntare la rotta verso alcune delle coste più belle al mondo e a immergervi nei fondali subacquei più ricchi del Mediterraneo?  

Isole Eolie in barca: Lipari

Lipari è la più grande delle Isole Eolie ed è il punto di partenza per esplorare in barca le altre isole siciliane. Modellata da 12 vulcani, Lipari offre spiagge meravigliose e suggestivi itinerari da trekking. Imperdibile una sosta a Lipari Vecchia, con il suo castello. Vi consigliamo infine di di fare un bagno alle Cave di Pomice. I sedimenti della bianca pomice rendono la spiaggia, detta appunto Spiaggia Bianca, uno spettacolo unico al mondo. Le sue acque sono particolarmente calde, oltre che di un intenso color turchese.

Vacanza in barca nelle isole Eolie: Vulcano

Vulcano è l’isola più vicina alla costa. Dista poco meno di 12 miglia nautiche da Capo Milazzo ed è conosciuta come l’isola del benessere e dei fanghi. Molto famosa è la Pozza Termale, alimentata senza sosta da polle da cui fuoriescono vapori sulfurei. Se amate il trekking, inoltre, l’itinerario lungo il vulcano vi permetterà di ammirare dall’alto tutto l’arcipelago.

La spiaggia più famosa dell’isola è la Spiaggia di Ponente, detta anche spiaggia nera, per il colore della sua sabbia di origine vulcanica.  Qui il mare è quasi sempre calmo e la spiaggia è circondata da una folta e suggestiva vegetazione.

Isole Eolie in barca a vela: alla scoperta di Salina

Salina è la seconda isola più grande delle Eolie, dopo Lipari. è un’isola da vivere con lentezza, all’insegna del relax e della riservatezza, cullati solo dal fruscio del vento sulla vela. È diventata famosa grazie al film Il Postino, con Massimo Troisi, nonché per il suo tramonto rosso intenso.

Se vi recate a Salina in barca, non dimenticate di fare una sosta alla spiaggia di Pollara, una delle più belle dell’arcipelago. Qui potrete ammirare un anfiteatro naturale che si apre verso una ripida scogliera, e il Perciato, un arco naturale che si estende sul mare. Attenzione se avete bambini con voi: la spiaggia è molto stretta e poco adatta ai piccoli.

Vacanze Isole Eolie: Stromboli, la terra del Fuoco

Altra isola di grande fascino è Stromboli, dove è possibile ammirare le attività del suo vulcano e sentire il “respiro” della terra. Molto suggestivo è lo spettacolo della Sciara del Fuoco, il lato dell’isola dove ammirare le esplosioni dal vivo, gettando l’ancora al largo della costa.

Molto famose sono inoltre le Calette di Piscità, fatte di ciottoli vulcanici e finissima sabbia nera, intervallati da costoni di colate laviche. Un vero spettacolo per gli occhi.

Isole Eolie: Panarea, la più chic dell’arcipelago

Se avete voglia di fare un bel bagno rilassante in una splendida cornice naturale, non vi resta che puntare la rotta su Panarea. In particolare, fate una sosta alla riserva naturale di Cala Junco: una delle baie più belle dell’intero arcipelago eoliano. Offre una spiaggetta, fatta di ciottoli e riparata da un anfiteatro naturale modellato nella roccia, bagnata da acque verde smeraldo.

Se invece preferite la sabbia, spostatevi verso la costa nord occidentale di Panarea, verso la Cala degli Zimmari. È conosciuta anche come Spiaggia Rossa, per le sfumature rossastre della sua sabbia.

Verso il calar del sole, gettate l’ancora al largo dell’isola e ammirate uno dei più bei tramonti della vostra vita: il sole, mentre cala nel mare limpido, illumina gli isolotti antistanti Panarea (Dattilo, Lisca bianca, Bottaro, Basiluzzo), mischiandosi al giallo dello zolfo e al rosso scuro delle rocce, per uno spettacolo di luci senza eguali.

Isole eolie in barca a vela: le selvagge Alicudi e Filicudi

Le isole di Alicudi e Filicudi sono le più selvagge delle sette sorelle, perché sono le più distanti dalla costa. Messe insieme contano meno di 400 abitanti e sono due tappe che non possono mancare nella vostra crociera in barca a vela per l’arcipelago eoliano.

Sull’isola di Alicudi, una sosta è d’obbligo alla Spiaggia di Bazzina, fatta di ciottoli e bagnata da acque basse e calme.Sull’isola di Filicudi, la spiaggia più bella da visitare è quella di Capo Graziano, incastonata sul promontorio e collegata al resto dell’isola attraverso una sottile lingua di sabbia. Da qui, potete partire alla scoperta di alcune tra le più belle calette di tutto l’isolotto. E, se siete fortunati, avvistare i delfini e le tartarughe marine.